Tattto artisti intervista con Nuno

18 giugno 2018
Nuno Costah 150x150 Tattto artisti intervista con Nuno

Nuno Costah

Speciale Tattoo Artist pubblicato su Tattoo.1 Tribal #74
Guarda i tatuaggi di NUNO! Visita la tattoo gallery

La tua arte a che cosa s’ispira?
I miei riferimenti principali sono la natura, la gente, i più differenti stili di vita, i vari gruppi etnici, la cultura orientale, le vibrazioni positive, musica, street art e altre forme di arte libera.
Com’è iniziata la tua passione per i tatuaggi?
Quando ero bambino, mi affascinavano i gruppi punk e gli sport estremi. La gente legata alla musica o allo sport talvolta ha dei tatuaggi, perciò il mio interesse per l’arte alternativa mi ha introdotto in tutto e per tutto nel mondo tattoo.

Ci descrivi in breve la tua tecnica?
Mi piace lavorare con uno stile molto fluido, mescolando i colori come se fossero acquerelli e creando immagini positive.
Preferisco lavorare con macchine rotative, perché mi permettono di tatuare velocemente e in modo naturale. Con le tattoo machine leggere la mano ci guadagna in flessibilità.

Ci sono artisti che consideri tuoi maestri o influenze di primo piano nella tua carriera?
Ammiro molti artisti del tatuaggio per la loro produzione artistica, per esempio Lionel Fahy, Mike Giant, Guy le Tatooer, Duncan X, Amanda Wachob, El Monga, Voller Kontrast, Ivana Tattoo, eccetera.
Fuori dai tatuaggi, amo il lavoro di Os Gêmeos, Klimt, Mucha, Miró, Barry McGee, Margaret Kilgallen e moltissimi altri illustratori.

Da quanto tempo fai questo lavoro?
Ho iniziato nel 2001 e ho tatuato per un anno, poi per 5 anni mi sono fermato per ritrovare me stesso come artista.
Nel 2007 ho ricominciato a tatuare a tempo pieno. Ora ho due tattoo shop insieme a un amico, Bruno Anti.

Chi ti ha insegnato?
Nel corso degli anni ho imparato da molti artisti diversi, che mi hanno aiutato e hanno chiarito tutti i miei dubbi, però non ho mai avuto una persona che mi ha propriamente insegnato. In ogni caso, devo dire grazie di cuore ad Afryka Tattoo e a Biruta Tattoo.

La persona che ti chiede un tatuaggio quanto influenza la tua creazione?
Di norma le persone conoscono la mia produzione artistica dalle illustrazioni e dai miei lavori di street art e graffiti. Perciò mi chiedono spesso di creare personaggi che rappresentino la loro vita, la famiglia, gli amici, eccetera. In queste circostanze, il mio stile infantile e positivo è la mia influenza più grande.

Qual è il primo tatuaggio che hai creato?
Il mio primo tattoo su un cliente è stato un piccolo sole nero sulla caviglia.

E il primo tattoo che ti sei fatto sulla tua pelle?
La prima volta che mi sono tatuato, mi sono fatto uno dei miei cartoon sulla gamba. Mi piace farmi tatuaggi tratti dalle mie differenti fasi artistiche.

Adesso a che cosa stai lavorando?
A parte i tatuaggi, ho una band di stoner rock, Super Snail Fuzz. Visto che sono un grande fan dell’arte video, produco i nostri videoclip.
Ho anche fatto street art per oltre 15 anni e ho lavorato in molte mostre d’arte, come puoi vedere sul mio sito: www.costah.net
Ogni volta che ho del tempo libero (poco), lo uso per creare macchinette tattoo con un amico, puoi dare un’occhiata nel nostro sito: http://thundertattoomachines.weebly.com/

Qual è la tua filosofia?
Amare la vita, fare o creare sempre qualcosa. Non temere mai di provare a fare ciò che vuoi fare.

Nuno Costah
Nuno Ideal Tattoo Shop
Maia (Portugal)
www.costah.net