Tattoo Artist Intervista con Amanda Ruby

30 aprile 2012

Amanda Ruby 150x150 Tattoo Artist Intervista con Amanda Ruby

Da quanto tempo fai questo lavoro?
Ora tatuo da quattro anni.

Amanda Ruby, articolo e foto gallery su Tattoo.1 Tribal #67

Guarda i tatuaggi di Amanda Ruby, visita la tattoo gallery

 

[ Questa intervista è stata raccolta nel febbraio del 2012 – NdR ]

Chi ti ha insegnato?
Ho fatto un apprendistato allo Squidink Tattoo sotto la guida di Robin Reeve-Jones, anche se penso che ognuno ti insegni a tatuare in modo diverso!

Ci sono tatuatori che consideri tuoi maestri o influenze di primo piano nella tua carriera?
Direi di no. Ho semplicemente ammirato molti artisti da lontano, ma nessuno di loro ha influenzato in modo specifico il mio lavoro

Qual è il primo tattoo che hai fatto?
Il primo tatuaggio che ho fatto era una farfalla su una mia amica. La vedo tuttora e il lavoro sembra ancora bello!

E qual è il primo tatuaggio che ti sei fatta, sulla tua pelle?
A dire il vero anche il mio primo tattoo era una farfalla a colori! Adesso l’ho coperta, aveva vent’anni e non aveva un bell’aspetto.

A che cosa si ispira la tua arte?
Adoro l’arte tibetana e vittoriana e semplicemente, le belle forme che vedo in qualsiasi cosa.

Quanto le persone influenzano la tua creazione?
La gente tende a lasciarmi lavorare nel mio stile.
C’è chi mi dà un’idea, per esempio un teschio, ma poi dice “che cosa ci vuoi fare con questo?” e mi lascia carta bianca nella creazione.
Le persone arrivano da me per quello che faccio, perciò questo è ciò che ricevono!

Nella creazione di un tatuaggio, quanto sono importanti i colori e le macchinette?
Non uso tanto il colore, preferisco il black and grey. Le mie macchine hanno differenti utilizzi, alcune sono molto vigorose ed energiche, altre più leggere, perciò quale macchina userò dipende dal disegno, dai dettagli, eccetera.

Ci puoi descrivere in breve la tua tecnica?
Mi piace mettere insieme il realismo con elementi decorativi, con la speranza che ciò produca qualcosa di inusuale. Uso aghi molto piccoli, lunghi e affusolati, con punte sottili, per il mio stile vanno bene.

Che cosa ti piace di più del tuo lavoro?
Amo creare il disegno per poi vederlo prendere vita sulla pelle, richiede tempo e pazienza ma il risultato finale ne vale la pena!

In questo momento a che cosa stai lavorando?
Ho prenotazioni per i prossimi dieci mesi, quindi ho un bel po’ di lavoro in cantiere.
In questo momento sono a una tattoo convention e il lavoro che sto facendo adesso è un teschio con una geisha!

Qual è la tua filosofia?
Bisogna coltivare quello che si fa per avere successo, le cose non arrivano per caso, se ti applichi nel lavoro vedrai che il tempo ti ricompenserà!

AMANDA RUBY
@ Squidink Tattoo
Folkestone, Kent (Inghilterra)