Samoa

23 marzo 2007

samoa a SamoaArcipelago dell’Oceania, è uno dei maggiori centri storici e naturalistici della Polinesia, dove le conoscenze dei tatuaggi sono antiche come la memoria culturale dei Samoani stessi.


samoa cartina SamoaSamoa è un arcipelago dell’Oceania, nella Polinesia, formato dalle due isole di Savaii e di Upolu. Le isole sono di origine vulcanica e quindi prevalentemente montuose. La maggior parte della popolazione vive lungo la costa dove si allungano spesso fasce pianeggianti di origine alluvionale o corallina. Le conoscenze dei tatuaggi samoani sono antiche come la memoria culturale dei Samoani stessi. Esiste solo una leggenda orale sull’origine dei tatuaggi a Samoa secondo la quale furono due divinità delle isole Figi a introdurre la pratica del tatuaggio a Samoa. Il tatuaggio tradizionale samoano è molto ricercato e caratterizzato da motivi grafici geometrici particolari.

Wilson Fitiao

Uno dei più grandi maestri tatuatori samoani. Nato nell’isola di Upolu, ha lottato a lungo per affermarsi come artista e per far sì che l’eredità culturale e artistica samoana godesse del giusto riconoscimento. Ha imparato il tatuaggio samoano nella maniera tradizionale samoana riuscendo a restituire agli apparentemente semplici disegni grafici la loro intrinseca simbologia.

Uomini

Il tatuaggio tradizionale maschile samoano, pe’a, parte da metà schiena e scende fino alle ginocchia. Caratteristico del pe’a è l’effetto positivo-negativo, ovvero la presenza di disegni nelle parti nere della pelle. La complessità dei motivi grafici variava a seconda della classe sociale di appartenenza. Quando gli uomini ricevevano il loro primo tatuaggio veniva organizzata una grande festa.

Donne

Il tatuaggio tradizionale femminile samoano, malu, presenta dei motivi simili a quelli maschili, sebbene più chiari e ornamentali; manca inoltre il caratteristico effetto positivo-negativo che contraddistingue quello maschile. Prima le ragazze si tatuavano anche le mani, ma oggi è una pratica poco frequente. A differenza degli uomini le donne non venivano festeggiate quando ricevevano il loro primo tatuaggio.

Triangolo

I maestri tatuatori iniziano a lavorare da un triangolino nero posto nella parte bassa della schiena. La colonna vertebrale funge da asse di simmetria. Il tatuaggio si considera terminato quando il cosiddetto “disegno a pipistrello” sull’ombelico viene completato, quasi a simboleggiare il taglio del cordone ombelicale. Originariamente il triangolo si chiamava pe’a, ma oggi il termine indica il tatuaggio nella sua totalità.

Strumenti

Gli strumenti utilizzati dai maestri tatuatori samoani sono dei pettini dentellati applicati su un piano di corazza di tartaruga, fissati poi con un bastoncino di legno e riavvolti con filo di nylon. Possono avere diverse misure e a seconda di questa si realizzano vari disegni.

Tofuga

Con questo termine si identifica il maestro tatuatore. Secondo alcune fonti i tatuaggi venivano eseguiti anche da sacerdoti e guaritori. Il ruolo del tofuga era simile a quello dei costruttori di canoe o di case; erano classificati tra gli artigiani e come tali godevano di un’alta considerazione nella gerarchia sociale, seppur senza poteri soprannaturali.

Trova il tuo Tattoo Polinesiano

polynesian turtle tattoo 150x150 Samoa

Disegni Tattoo

mentawei a Samoa

Mentawei