Pelle d'Angelo

23 marzo 2001

a angel tattoos by Ruth Eternal Tattoos Dorking UK Pelle dAngeloMolte persone si fanno tatuare un angelo oppure un paio di ali sulla schiena, per portare con sé un’immagine di splendore e protezione e anche per immedesimarsi in questa figura.

Secondo la tradizione gli angeli non possiedono un corpo fisico e sono fatti di puro spirito, perciò vengono chiamati Esseri di Luce. Nelle storie più antiche della Bibbia, già alle loro prime apparizioni gli angeli possono assumere forma umana. Secondo gli antichi testi, questi Esseri di Luce hanno assunto una “forma” (del tutto immaginaria, visto che sono esseri di puro spirito) che corrisponde alla natura della missione a cui sono stati affidati. Insomma, gli angeli hanno forma umana perché sono destinati a essere custodi e guide degli esseri umani. Spesso sono raffigurati mentre impugnano una spada dalla lunga lama rilucente: una delle loro funzioni è recare protezione, rifugio, difesa e soccorso e per secoli una spada sguainata è stata l’immagine più potente per simboleggiare questo ruolo. In alcuni passi della Bibbia gli angeli portano appeso alla cintura un piccolo contenitore portatile per l’inchiostro, solitamente ricavato dal corno di un animale.

Mi tatuo il mio angelo

Nel mondo del tatuaggio l’angelo è un soggetto molto popolare e lo troviamo sostanzialmente in due versioni: la raffigurazione classica, in forma umana e l’immagine semplificata che lo identifica nell’elemento distintivo, le ali, quasi sempre tatuate sulla schiena. Il tatuaggio di un angelo non è soltanto decorativo: è una figura-simbolo da cui molte persone si sentono attratte, confortate e protette. Inoltre, è un simbolo di elevazione spirituale.

Si dice che gli angeli non hanno sesso, ma tutte le immagini classiche li raffigurano con fattezze femminili, riconoscibili da dettagli come la dolcezza del viso, i tratti gentili e l’atteggiamento protettivo e materno. In un tatuaggio questa caratteristica viene spesso accentuata e c’è anche chi vuole dare al proprio angelo un vero e proprio volto di donna, che a volte può essere anche molto bella e desiderabile.

300 angeli cover italia piatta Pelle dAngelo

Clicca sull’immagine

Dal cielo alla terra

La parola “angelo” può assumere vari significati. Indica un essere celestiale e benevolente che agisce da intermediario fra il cielo e la terra, figura presente in religioni come Cristianesimo, Islasmismo, Giudaismo e Zoroastrismo. Indica una creatura ultraterrena, munita di aureola splendente e di ali, per convenzione raffigurata come un essere umano di straordinaria bellezza. Indica uno spirito custode o un’influenza superiore, uno spirito guida. Indica una persona in carne e ossa che manifesta qualità come bontà, purezza e dedizione a una grande causa. Infine, indica una persona buona e amabile: a chi ci aiuta in un’impresa difficile diciamo, infatti, «sei un angelo».

Angeli di tutti i tempi

Splendore, protezione, rifugio, difesa e soccorso sono alcune delle qualità degli angeli, figure che il mondo occidentale ha assimilato soprattutto dal Cristianesimo, ma gli Esseri di Luce giocano un ruolo importante in molte altre religioni e culture. Per esempio, nello Zoroastrismo (una delle più antiche religioni esistenti e fra le più importanti e note dell’Iran antico e preislamico) queste entità sono suddivise in numerose classi di Yazatas, gli «esseri venerabili». Gli angeli dello Zoroastrismo hanno influenzato le religioni gnostiche e il Manicheismo, un’altra religione nata in Medio Oriente, d’impronta non violenta e pacifista.

Nel mondo islamico i quattro arcangeli Jibrail (Gabriele), Mikail (Michele), Israfil (Raffaele) e Izrail (l’Angelo della Morte) reggono il mondo al posto di Allah. Secondo una tradizione popolare fra gli Islamici, ogni persona ha due angeli scrivani che lo accompagnano; quello di destra registra le buone azioni, quello di sinistra prende nota delle trasgressioni. Un ordine inferiore di angeli sono i Jinn, che non sono esseri malvagi come gli angeli caduti dei Cristiani. Secondo l’Islam gli esseri angelici, anche quando cadono in basso, restano incapaci di peccare e di commettere il male. Queste figure conservano molti grandi poteri e sono state celebrate in varie fiabe orientali; un jinn è il genio della lampada di Alì Babà, che realizza tutti i desideri. Esseri angelici chiamati Tennin e Tenshi compaiono anche nella mitologia giapponese.

I Deva e le figure alate più antiche

Per le religioni orientali ogni essere vivente – dal filo d’erba al fiore, dall’albero al frutto, dalla formica ai grandi animali, fino agli esseri umani – è affidato alle cure di uno spirito-guida, un Deva. Un mito da sfatare è che le figure alate ultraterrene siano comparse solo con le grandi religioni monoteiste come il Cristianesimo. Le troviamo anche nella mitologia pagana di vari popoli antichi, spesso sono dée madri o comunque, sempre figure muliebri. Sono alate Vanth, giovane dea degli Etruschi che accompagna le anime nel difficile passaggio verso l’Aldilà; Tiamat, dèa venerata in Asia Minore fino alla fine del terzo millennio avanti Cristo; la dea Ishtar, a cui era dedicata una delle otto porte di Babilonia. In un altorilievo in pietra Ardat-Lili, sorella della Lilitu mesopotamica, è rappresentata completamente nuda e sulla schiena ha un paio di ali. La dèa egizia Isis a volte viene raffigurata con grandi ali. È alata Nike, dea greca della vittoria (da cui ha preso il nome il noto marchio di abbigliamento sportivo).

Molte chiese intitolate a San Michele Arcangelo sono sorte su preesistenti santuari pagani dedicati al culto di Mitra, antica divinità del Sole (Essere di Luce…). Infine, nel folklore dei popoli europei compaiono altre figure alate, le fate, che hanno ereditato i poteri di antiche dèe tribali e territoriali. Le fate non sono considerate esseri angelici, ma la loro funzione di piccoli Deva è simile a quella degli angeli custodi: secondo la tradizione le fate custodiscono il manto verde della terra e piccoli animali come gli insetti e le chiocciole.

Il Messaggero

La parola “angelo” deriva dal latino angelus, che a sua volta deriva dal greco ángelos, cioè messaggero. In ebraico è malach, sempre con significato di messaggero. La funzione del messaggero opera in molte storie e leggende delle varie religioni, dove l’angelo annuncia grandi eventi, positivi o negativi per gli uomini. Un noto messaggero è l’Arcangelo Gabriele che appare alla Vergine Maria per annunciarle che diventerà madre e suo figlio sarà il Messia.

Gli angeli sono raffigurati come esseri sacri e invincibili, e come guardiani (i custodi). Spesso sono descritti come schiere, moltitudini; il concetto di moltitudine ha portato molti popoli antichi a identificare le stelle nel cielo come un segno di presenza angelica.

Il culto dell’angelo custode è diffusissimo. Secondo la tradizione cristiana, con il battesimo a ogni persona viene assegnato un angelo e c’è anche la festa dell’Angelo Custode, il 2 ottobre.

Mentre il Giudaismo ebraico non ha fissato ordini o classi di angeli, la Cristianità ha una gerarchia specifica, codificata nel V secolo da San Dionigi l’Areopagita, dove gli angeli sono organizzati in tre gerarchie maggiori, a loro volta suddivise in ordini o Cori. La Gerarchia Celeste si compone di Angeli, Arcangeli, Principati, Potenze, Virtù, Domini, Troni, Cherubini e Serafini.

I Serafini e i Cherubini sono gli esseri angelici più vicini a Dio, vengono raffigurati rispettivamente come lingue o serpenti di fuoco e come bambini rubicondi (i due angioletti del marchio Fiorucci, per intenderci, si ispirano ai cherubini). Gli Angeli e gli Arcangeli sono i più vicini agli affari umani, mentre le altre gerarchie angeliche si occupano di compiti interplanetari.

Nella Cristianità gli angeli dell’inferno o Angeli Oscuri (i demoni) sono angeli caduti che si oppongono alle schiere celesti. Anche queste figure sono alate e le loro sono nere ali di pipistrello, un attributo che li associa a profondità sotterranee (per tradizione l’inferno è sottoterra, in una vastissima grotta). La funzione di equilibrio degli angeli si riflette in questa contrapposizione, schiere celesti contro schiere infernali, che lavorano a compiti diversi ma entrambi si dedicano incessantemente agli esseri umani.

Trova il tuo Angelo Tattoo

2c angel demon wings by Francesco Rosalbi 129 150x150 Pelle dAngelo

Ali Tattoo

angel with balance tattoo 150x150 Pelle dAngelo

Angeli Tattoo