Con tutto il Cuore

23 marzo 2007

Non è un caso che il cuore sia uno dei soggetti più tatuati. È il simbolo per eccellenza della vita e del sentimento, ma anche dell’intelligenza.

L’immagine di un Sacro Cuore è un potentissimo talismano e dentro ogni cuore vivo che batte c’è il Cuore del Mondo, il respiro di Dio.

cuoritattoo Con tutto il Cuore
CLICCA E SCOPRI LO SPECIALE

Non è un caso che il cuore sia uno dei soggetti più tatuati. È il simbolo per eccellenza della vita e del sentimento, ma anche dell’intelligenza.

L’immagine di un Sacro Cuore è un potentissimo talismano e dentro ogni cuore vivo che batte c’è il Cuore del Mondo, il respiro di Dio.

Un cuore d’oro

Mi ha colpito al cuore si dice di una forte emozione, positiva o negativa. Un desiderio irrealizzato, un ricordo incancellabile, una persona che abbiamo amato e non possiamo rivedere più si dice che mi è rimasto nel cuore. Quando siamo sinceri parliamo con il cuore, quando doniamo qualcosa spontaneamente lo diamo con tutto il cuore e di una persona molto generosa diciamo che ha un cuore d’oro. In molte favole, quando si vuole evocare un personaggio schiacciato dal dolore, si racconta che il cuore gli si spezzò nel petto, mentre un modo di dire è diventato anche il titolo di un romanzo best seller: và dove ti porta il cuore.

Le associazicuore sacro Con tutto il Cuoreoni fra cuore e sentimento appartengono al linguaggio di tutti i giorni, ma nel mondo dei simboli il cuore assume un ruolo ancora più importante: è il Cuore del Mondo, un simbolo importantissimo e magico come il più prezioso dei talismani. In molte tradizioni è il tempio, l’altare di Dio, il respiro divino che alberga in ogni essere vivente. Non è un caso che sia uno dei disegni più popolari nel mondo tattoo e che molte persone scelgano di tatuarselo. Nemmeno la scelta “casuale” di un simbolo è un caso… ma questa è un’altra storia.

Il cuore è il centro

Il nostro cuore è grande più o meno come il nostro pugno. Questo sacco di muscoli pieno di sangue si contrae instancabilmente in ogni secondo della nostra vita e pompa il sangue in tutto il corpo. Ogni volta che il cuore pompa e si rilassa, abbiamo un battito. Per un essere vivente il cuore è il centro che distribuisce il sangue e il calore al corpo e quindi, la vita stessa. Quando il suo battito si arresta, la vita ha termine.

Insomma, il cuore è l’organo centrale di ogni individuo e anche nel mondo dei simboli è considerato il centro. Da vari secoli l’Occidente lo considera sede dei sentimenti, ma nelle tradizioni di tutto il mondo questo simbolo è molto, molto di più.

Il centro è tutto

Il linguaggio dei simboli ci mette in contatto con altri mondi, paralleli al mondo fisico. Il mondo spirituale è uno di essi e su questo piano il cuore rappresenta la totalità dell’essere, sede della vita del corpo fisico ma anche dell’anima. Il suo significato, così come la sua forma (un triangolo con la punta verso il basso) è affine al simbolo della coppa (il Santo Graal), magico contenitore che racchiude, conserva e distribuisce amore, emozioni, desideri, ricordi ma anche volontà.

Nel mondo del tatuaggio un cuore trafitto può avere un collegamento con il mondo dei sentimenti e spesso lo vediamo associato a nomi (mamma, papà, la persona amata…). I nomi richiamano agli affetti più importanti di chi porta quel tatuaggio e a figure centrali nella vita.

Il Sacro Cuore

Il Sacrocuore sacro a Con tutto il Cuore Cuore è un simbolo che ricorre di frequente nel mondo del tatuaggio. C’è chi se lo tatua per motivi religiosi, ma anche chi lo sceglie perché si sente irresistibilmente attratto dal suo significato o dal disegno.

Il Sacro Cuore rappresenta il Cuore dell’Umanità, il principio spirituale e naturale, il respiro divino, dell’universo che si contrae e si espande, origine e fine di ogni cosa. Il Sacro Cuore si può dire anche il Cuore dei Cuori e il simbolo compare in molte religioni, dall’Occidente all’Oriente passando per il Medio Oriente.

Il cuore a volte reca una ferita o un segno che ne ha l’aspetto esteriore (sanguina trafitto da spine, da un pugnale…). La ferita si riferisce all’Occhio del Cuore, il principio divino che risiede nel centro.

Intelligenza e saggezza

Per il mondo dei simboli nell’essere umano ci sono tre centri sacri di grande importanza: il sesso, il cuore e la testa. In ogni tradizione il cuore è considerato sede dell’intelligenza pura, ma non della ragione. Quest’ultima nasce dalla mente e si illumina di luce riflessa, come la luna è illuminata dal sole nel mondo fisico. La luce della ragione è, infatti, luce fredda, esattamente come quella della Luna, mentre il cuore è fonte di calore, come il sole. In molti tatuaggi è circondato da fiamme e il cuore fiammeggiante è un simbolo particolarmente potente. Per i Cinesi rappresenta il sole stesso e la luce dello spirito e della rivelazione brilla nella «caverna del cuore».

Nella tradizione ebraica il «cuore di pietra» dell’uomo deve diventare un «cuore di carne», e i «saggi del cuore» hanno lo spirito della saggezza.

Gli antichi Egizi credevano che il cuore fosse la sede dei pensieri, delle emozioni e dei ricordi e mettevano degli amuleti a forma di cuore accanto al defunto per aiutarlo nel viaggio nell’Aldilà. Questi amuleti avevano la forma di un vaso, prezioso contenitore dello spirito che ritroviamo anche nella tradizione del Sacro Graal, la coppa che raccoglie il sangue del Cristo ricercata dai cavalieri di Re Artù.

Il cuore è il Re

Il cuore è il Re e in molti tatuaggi è sormontato da una corona. Così come governa la nostra vita, h anche la funzione di governare le nostre scelte e il nostro essere più profondo. Per i taoisti il cuore sovrano è anche il «maestro del soffio», probabilmente perché il suo battito e la respirazione sono strettamente collegati, ma in qualità di «soffio» rappresenta la Luce, lo spirito.

Anche nella tradizione celtica il cuore simboleggia il centro della vita e il regno superiore. Nel mondo celtico esiste un collegamento fra il nome del centro (kreiz in bretone, craidd in gallese e cornico, cridhe in irlandese) e quello del cuore.

Kreiz, craidd e cridhe si ricollegano alla radice indoeuropea krd che significa cuore, centro, mezzo; da krd sono derivati in seguito anche i nomi del cuore in latino (cor, cordis), greco, germanico, slavo e armeno. Un motto latino per incoraggiare e darsi forza, coraggio è sursum corda, che significa «in alto i cuori».

Il colore rosso

Nel mondo dei simboli e anche nei tatuaggi, come nella realtà, il cuore è rosso. Rosso è il colore del sangue, dell’energia primordiale, della vitalità prorompente, della passione e dell’amore, della forza della natura, dei vulcani in eruzione, del fuoco. Collegato al fuoco e al sangue, il rosso è collegato anche alla violenza e alla collera, oppure alla morte (chi ricorda La Morte Rossa di Edgar Allan Poe?) e di conseguenza alla trasformazione.

Rosso è il fuoco che brucia e distrugge le forme fredde e viscide della negatività. Infatti il colore rosso è temutissimo da tutte le forze oscure, proprio perché è il colore base del fuoco da cui emana la luce. Così, da sempre il pensiero magico ritiene che il rosso brillante, figlio del Fuoco e della Luce, sia una potentissima barriera contro l’invidia, il malocchio, la negatività e i suoi derivati.

A livello energetico il colore rosso rilascia intorno a sé una vibrazione cromatica molto forte e calda e può “bruciare” sentimenti che provengono dai regni freddi come invidia, odio e rancore. Nel folklore dei popoli da millenni si usano abiti, nastri, monili, talismani e oggetti rossi per combattere il malocchio e le forze negative. Un’usanza tipica diffusa ancora oggi è indossare qualcosa di rosso a contatto con la pelle durante la veglia di Capodanno. La tradizione vuole che il rosso attiri la fortuna come una calamita.

Trova il tuo Tattoo Religioso

tattoo religioso a Con tutto il Cuore

Tatuaggio religioso

sacred heart tattoo 150x150 Con tutto il Cuore

Religiosi Disegni Tattoo