Tattoo Artist Gallery: Michele Turco

28 febbraio 2012

Speciale Tattoo Artist pubblicato su Tattoo.1 Tribal #66

“Da cosa nasce cosa” è lo studio di Michele Turco, tatuatore italiano autodidatta che ha fatto del tatuaggio la sua vita. Insieme alla moglie Chiara Manzini, anch’essa tatuatrice, e con i suoi collaboratori-amici, accoglie in un clima familiare chi ha preso l’importante decisione di esprimersi attraverso l’arte del tatuaggio.

 

Proprio grazie a questo ambiente sereno Michele riesce a stabilire un prezioso contatto con i propri clienti, diventa quasi un confidente e macchinetta alla mano, un consigliere. Michele ci racconta: «Il mio compito è riportare sulla pelle delle persone le loro emozioni…. e ogni volta che guarderanno il loro tatuaggio, potranno rivivere quel particolare momento della loro storia. Ogni singola persona è unica e merita di avere un lavoro studiato appositamente. Ciò che faccio ogni giorno è tradurre in immagini parole e sensazioni

Lavora in stile realistico con una maestria sbalorditiva, e riserva particolare attenzione ai suoi strumenti di lavoro. «I colori sono fondamentali, così come la scelta delle macchinette in base al lavoro che si deve svolgere. Oggi molti artisti pensano di avere davanti una tela, dimenticando a volte che ciò che abbiamo a disposizione rimane sempre e comunque pelle. È importante tenere presente che ogni persona ha una sua particolare pelle e ogni tatuaggio va affrontato utilizzando un settaggio appropriato delle macchine». Dopo anni di esperienza Michele ha progettato una sua linea di macchinette a bobinaPower Liner, Big Magnum e Cut Back Shader – mentre è distributore delle macchinette rotative (Rotary Tattoo Machines) di Dino Casarin.

Leggi l’intervista completa al tatuatore Muchele Turco.