Disegni Tattoo Gatti

Il tema del gatto è un tatuaggio ricercatissimo e in costante ascesa. Chi se lo tatua vuole tenere sempre vicino il micio di casa, omaggiare un gatto amato che non c’è più, o trarre ispirazione dalle sue virtù. Il gatto detiene un record di qualità: dolce e insieme sornione, è un simbolo di libertà, indipendenza, grazia, bellezza, eleganza, regalità, mistero, fortuna, astuzia, intelligenza, giocosità, distacco, spirito superiore e psichismo, ossia la capacità di entrare in contatto col profondo.

Coi suoi sensi eccezionali percepisce una realtà molto più ampia della nostra: ha udito e olfatto sopraffini, una vista ottima anche al buio e (si dice) sa vedere gli spiriti e le cose nascoste. Per i monaci zen è in grado di “mostrare la via” poiché conosce istintivamente i segreti del benessere e dell’armonia. Gli inglesi lo definiscono “purrfect”, un gioco di parole tra perfect (perfetto) e purr (le fusa del gatto). In Giappone è celebre la figura del maneki-neko o “gatto della fortuna” che alza una zampa (o entrambe) per donare abbondanza.

In varie culture il gatto si associa a dèe lunari (Bastet, Ecate, Freja, Artemide…) con specifici poteri femminili come la fertilità, il nutrimento, l’intuizione.
Nel Medioevo il gatto nero era un simbolo del male, oggi porta fortuna; quello col pelo di tre colori o con gli occhi di due colori diversi si considera magico. Volete tatuarvene uno? Sulle nostre riviste troverete il gatto perfetto per voi!




Trova il gatto per il tuo tatuaggio sulla nostra monografia dedicata, in versione cartacea e digitale